l'art écrit.

[Art in frames]

Info e Contatti

L’art écrit è un nascente magazine intento a discutere, senza troppi formalismi, i progetti, le opere, gli artisti e gli spazi che danno forma al panorama culturale italiano e internazionale di oggi, in dialogo anche con gli stessi artisti e curatori. Considerando posizioni emergenti, ma anche soffermandoci su approfondimenti storico-artistici, intendiamo confrontarci con prospettive e racconti esterni al mainstream culturale italiano e, per quanto possibile, alla critica d’arte istituzionalizzata.

Per collaborazioni e contributi, o per qualsiasi informazione, contattaci all’indirizzo: admin@lartécrit.com

Martina Salerno 

Martina Salerno, nata a Milano nel 1995, studia attualmente nella sua città alla Facoltà di Studi Umanistici. In parallelo svolge varie attività in ambito artistico e culturale, ora dedicandosi soprattutto al campo dello spettacolo, collaborando nell’atelier della coreografa Valeria Magli.

Andrea Mirabelli

Andrea Mirabelli, nato a Milano nel 1996, è diplomando al corso di Pittura in Arti Visive, all’Accademia di Belle Arti di Brera. Nella sua formazione, è stata per lui fondamentale l’esperienza al corso di Arti Visive alla Universität der Künste Berlin. Ha avuto modo di lavorare da assistente presso il Laboratorio Avallone ed al momento è dedito ad uno studio approfondito della propria ricerca pittorica.

Giulia Zabarella

Giulia Zabarella, nata a Padova nel 1993, si è diplomata nel 2016 in Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Brera.
Dal 2016 studia Scultura con Olaf Nicolai all’Accademia di Monaco di Baviera, in Germania. I suoi lavori sono stati esposti in mostre collettive a Monaco di Baviera, Milano e Brescia. Ha lavorato come assistente in produzioni teatrali e come redattrice e correttrice di bozze per pubblicazioni e cataloghi d’arte.

Flaminia Valchera

Flaminia Valchera nasce a Roma nel 1995. Interessata alla linea e alla forma, intraprende i suoi studi all’Università di Roma Tre, dove, nel 2017, si laurea al Dipartimento di Architettura.
In corso di laurea Magistrale in Restauro, negli ultimi due anni si focalizza nel filone dell’Architettura Radicale, dirigendosi verso l’ambito di uno studio teorico legato ai concetti dell’utopia e dell’arte visionaria.